Vacrigistina's Blog

media, comunicazione, società e politica secondo la mia prospettiva di genere

si apre il vocabolario…e non solo…

CONFORMISTA: chi accetta gli usi, i comportamenti, le opinioni ed i gusti prevalenti in un determinato gruppo sociale e/o periodo storico e vi si adegua in maniera passiva.

(da una domenica moderna..)

NON-LUOGO: neologismo di Marc Augè. L’antropologo francese definisce non-luogo gli spazi nonidentitari, relazionali e storici. Fanno parte dei nonluoghi sia le strutture necessarie per la circolazione accelerata delle persone e dei beni (autostrade, svincoli e aeroporti), sia i mezzi di trasporto, i grandi centri commerciali, i campi profughi, eccetera. Spazi anonimi e stereotipati, privi di storicità e frequentato da gruppi di persone freneticamente in transito, in cui milioni di individui si incrociano senza entrare in relazione sospinti o dal desiderio frenetico di consumare o di accelerare le operazioni quotidiane.

da leggere: Augé M., Nonluoghi. Introduzione a un’antropologia della surmodernità, Elèuthera, Milano, 2005

(da una domenica moderna..)

DIRITTI UMANI DELLE DONNE: guardare ai diritti umani attraverso una lente di genere, cioè tenere conto del modo in cui le violazioni e gli abusi vengono a colpire le donne in maniera differente, a causa della loro appartenenza di genere. “Questo approccio riconosce l’importanza dei concetti e delle attività esistenti, ma mette in luce che ci sono dimensioni specificatamente di genere e che tali dimensioni necessitano di essere nominate, se vogliamo che la cornice dei diritti umani includa e rifletta le esperienze della metà femminile della popolazione mondiale. Quando si utilizza la cornice dei diritti umani per articolare l’ampia gamma di abusi che le donne devono fronteggiare, tale cornice può chiarificarne l’analisi e divenire uno strumento potente. Tale strategia è servita per spostare l’attenzione su quei diritti umani che sono specificatamente femminili, e quindi sono stati visti come diritti delle donne, ma non come diritti “umani”. ”

da “I DIRITTI UMANI DELLE DONNE UN’INTRODUZIONE AL CONCETTO E ALLA STORIA DEL MOVIMENTO PER ACQUISIRE STRUMENTI DI LOTTA” gennaio 2001, di Charlotte Bunch e Samantha Frost 1997. Traduzione e adattamento di Maria G. Di Rienzo.

(da Se il Vaticano (ri)conoscesse la parola diritto..)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: