Vacrigistina's Blog

media, comunicazione, società e politica secondo la mia prospettiva di genere

Archive for dicembre 2008

nonostante tutto..auguri e buone feste

Posted by vacrigistina su 24 dicembre 2008

american-dad natalizio

Annunci

Posted in varie | 3 Comments »

La pensione delle donne

Posted by vacrigistina su 19 dicembre 2008

Consiglio il seguente link per capire un pò meglio la questione della parificazione dell’età pensionabile tra donne e uomini..di cui, insieme a tante altre geniali “innovazioni” e altri intelligenti “interventi” il mini-ministro Brunetta, si fa vanto in giro…e anche in questo caso ATTENZIONE alla DISINFORMAZIONE..

http://www.womenews.net/spip3/spip.php?article3094

Posted in varie | Leave a Comment »

dove sono finite le notizie??

Posted by vacrigistina su 12 dicembre 2008

Direi fantastica la homepage dell’ansa…da vedere!! titolone a caratteri cubitali, in alto al centgro della pagine:  berlusconi: non tocchiamo principi costituzione

http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_843790732.html

e poi?perchè cosi in evidenza questo titolo che rappresenta un’affermazione del presidente del consiglio, che si sa tira l’acqua al suo mulino, e NON una NOTIZIA??? e dopo il titolone niente…mah complimenti ai giornalisti del sito web…e anche, come ci ha ben spiegato Travaglio, anche per la furba e strategica espressione GUERRA TRA PROCURE…ma i giornalisti seri dove sono finiti???al tg2 non direi, al tg1 neppure i tg di mediaset no comment la carta stampata aiuto il problema consiste nel fatto che i giornalisti sono indispensabili che necessitiamo di conoscere e che le notizie si diffondano il più possibile,ed invece sembra di stare in un regime, censura e veline..niente notizie e tanto sangue e gossip, attenzione sono tutte trappole anche le singole parole!!!…ci stanno fregando…e noi lo stiamo permettendo

Posted in varie | Leave a Comment »

salvaiblog..

Posted by vacrigistina su 6 dicembre 2008

Sembra paradossale, ma è la realtá.
Anche il tuo sito/blog puó essere oscurato e tutti noi come Carlo Ruta possiamo essere condannati per stampa clandestina.
Infatti esiste una legge (N° 62 del 7/3/2001) che dice a chiare lettere che in Italia siamo tutti in situazione di illegalità.
E tu cosa vuoi fare? Aspettare che ti arrivi una denuncia perchè hai espresso le tue idee?
Se hai un blog, un sito, un forum in Italia rischi grosso, e noi ci rivolgiamo agli internauti di tutto il mondo perchè ci aiutino a difendere la nostra libertá di espressione. Ognuno deve dare il suo contributo aiutando a diffondere questo messaggio per difendere la neutralità e libertà di Internet.

Ed è fondamentale farlo ora.
Ora che il Parlamento italiano sta studiando una norma che metterebbe ancor di piú i bastoni tra le ruote di tutti noi che non usiamo questo mezzo per professione ma solo per passione e per far circolare le nostre idee.
Questa norma (DDL Levi) deve essere immediatamente ritirata e devono essere sottratti alla legislazione sull’editoria tutti i mezzi internet utilizzati per esprimere e diffondere informazioni ed opinioni se gestiti in forma amatoriale, indipendentemente dalla loro capacità di produrre profitti.
Hai ancora dubbi?
Ti basti sapere che l’On. Giulietti nel 2001, come relatore della Legge N° 62 dichiarò che:

La legge sull’editoria non ha mai avuto tra i suoi obiettivi quello di imbrigliare le attività editoriali sulla rete. Sono quindi falsi gli allarmi e le preoccupazioni diffusi in tal senso.”

A distanza di sette anni ed a causa di quella legge, uno di noi, Carlo Ruta è stato condannato per stampa clandestina ed il suo sito è stato oscurato. Le rassicurazioni di allora sono dunque state inutili come lo saranno quelle di ora.
Tu che ci stai leggendo, tu che sei uno di noi, non rimanere passivo.
Domani potrebbe capitare anche a te.
Facciamo sentire la nostra voce e coordiniamo insieme una lotta per poter continuare ad esprimere i nostri pensieri. A questo link troverai tutte le informazioni per fare anche tu la tua parte. Fai sentire a tutti il tuo grido di libertà.

No alla clandestinità, vogliamo la libertà.

Iscriviti alla newsletter! Invia una email a salvaiblog-subscribe@domeus.it

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Una domenica moderna…

Posted by vacrigistina su 1 dicembre 2008

Anno 2008 – mese novembre – tempo bruttino: freddo accettabile ma cielo grigio e minaccioso – giorno della settimana:domenica – che si fà?

IO trascorrerò il pomeriggio a casa del mio ragazzo..bella e ricca dormita, pranzetto, filmetto, coccole e sesso… ma putroppo a casa del mio ragazzo (come sempre) non c’è niente (di buono) da mangiare…e SICHHE’ siamo obbligati ad uscire per comprere CIBO…e dove si va domenica 30 novembre ore 15 a comprà da mangià?!!! oh brave, si, si va all’IPERCOOPPEE.

Traduzione labronico-italiano: ipercoop; a livorno con il termine ipercoop si intende il magnifico centro commerciale all’interno del quale oltre all’ipermercato della cooperativa (rossa?) più famosa della toscana e non solo, si trovano anche alcuni negozi, due e tre punti ristoro, ossia bar o cose molto vicine ai fast food e a spizzico, e per dare un pò di felicità anche ai piccoli (e futuri consumatori) alcuni giochi (a pagamento), si insomma due o tre giostrine, da dragon ball a quelle specie di fate magiche un pò veline…e questa è L’IPERCOOPPEE DI LIVORNO…e vengono persone anche dal pisano e dalla provincia livornese, pensa un pò te, che posto ganzo, no? NO NO NO NO E POI NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!”!!!!!

io ancora non mi abituo all’idea che decine di persone decidono di passare la loro domenica (probabilmente il loro unico giorno di riposo della settimana, forse il secondo…ma sempre di riposo dovrebbe essere) al centro commerciale….ancora non mi arrendo a questa nuova abitudine delle livornesi e dei livornesi..

ore 15.e qualcosa…arriviamo al centro commerciale PARCHEGGIO STRAPIENO…primo commento critico… prima risposta del mio compagno “deh ma ci siamo anche noi, quindi cosa critichi..” “coll’utero, bello, io sono venuta a comprare qualcosa per pranzo e il mio pensiero centrale è levarsi di ‘ulo il prima possibile…”

ore 15. e qualcosa più un pò… si entra…il CASINO penso ecco l’attacco di panico!!…30-40 gradi di temperatura, luce fortissima, figlioli e figliole di qui e di là che piangono, madri e padri, ragazzi e ragazze, ma soprattutto si famigliole…coppie tra i 30-45anni con 1 o 2 figli…bello, si prendono il gelato, o pizza (che fa schifo!!almeno a me..)…vedono le vetrine, senza comprà nulla perchè come si sa in questo momento l’economia nazionale, internazionale e familiare è un pò in crisi…quindi si guarda che tanto è gratis…tanti commenti critici….uno fa risentire il mio ragazzo “c’è da telefonare al telefono azzuro…povere bimbe e poveri bimbi…l’unico pomeriggio con i genitori e li portano all’ipercoop”..tralasciando lo stronzo del mio ragazzo…io dico, vabbè che fa freddo e piove, e sul mare non ci si può andare…ma davvero l’unica attrazione è l’ipercoop?davvero la cosa più bella da fare di domenica pomeriggio è andare a vedere le vetrine dei negozi dentro quel centro commerciale?io ancora oggi, anche se lo vedo con i miei occhi, non ci voglio credere..non mi voglio arrendere a questa realtà…non posso arrendermi all’idea che i miei concittadini siano così…VUOTI….

ore 15.40 dopo aver litigato con il mio compagno (i centri commerciali mi innervosiscono…l’ultima volta che siamo andati all’ikea di roma, l’ho lasciato i alla cassa e sono uscita urlandogli che era diventato un borghese mediocre!!…)ce ne andiamo….fuori piove e arrivano sempre più macchine…scendono famigliole..che rabbia…e mi sento anche sola in questa rabbia, il mio ragazzo mi accusa come se fossi io quella sbagliata…come se fossi io la pazza…come se fossi io la stronza…che odia tutto quello che ha intorno..bello vero?belli i centri commerciali, belle le partite di calcio sempre uguali, belli i programmi tv della domenca, bella l’isola dei famosi, belle le vetrine e belle le pubblicità con le donne nude, bello…sisisisi sono io la stronza…vabbè…sono io quella sbagliata e tutta questa gente invece è proprio figa!!!!

quanto voglia di scappare a casa…sotto le coperte…chiudere gli occhi ed immaginare una livorno diversa…con musei o luoghi di cultura interessanti…con i vecchi cinema ed i vecchi teatri…con le nuove gallerie ed i nuovi parchi giochi….chiudo gli occhi ed immagino una livorno diversa…con persone vitali e propositive, politicizzate ed intellettuali…chiudo gli occhi ed immagino un paese diverso…un’altra classe politica, un’altra economia,un’altra popolazione…..

apro gli occhi e mi vedo un dvd…VOGLIAMO ANCHE LE ROSE…bellino…e in culo all’IPERCOOP E A CHI CI VA DI DOMENICA POMERIGGIO…era meglio se si lavorava 7 giorni su 7….e penso anche che tutto quello che hanno e tutto quello che non hanno se lo meritano….

(Ps qualche anno fa ci ho anche lavorato al centro commerciale nel periodo natalizio…certe scene…che se ci ripenso vomito…si meritano tutto..o no???)

ci vogliono come dicono loro, ci vogliono tutte uguali, ci vogliono comandare, ci vogliono usare…e noi lo stiamo permettendo…

escape_21

Posted in varie | Leave a Comment »

Se il Vaticano (ri)conoscesse la parola DIRITTO..

Posted by vacrigistina su 1 dicembre 2008

Ammetto che gestire un blog non è così semplice come pensassi…ammetto che sono più pigra di quanto immaginassi..e così le tante idee nate prima di creare questa spazio virtuale restano ancora oggi nel mio cervellino…ma con calma ed entusiasmo verrano trasferite in queste pagine…

oggi, per colmare questi giorni di assenza e silenzio, vorrei commentare alcune notizie internazionali e un’esperienza personale…

1) No del Vaticano alla proposta della Francia presentata all’Onu di depenalizzazione dell’omosessualità, indignazione del VAT per il progetto di introdurre l’aborto tra i diritti umani promosso da alcune associazioni all’Assemblea generale dell’Onu….

senza esporre la notizia (che può esser letta ed approfondita su altri e più autorevoli siti), vorrei però esercitare il diritto garantito dall’art.21 cost. esprimendo la mia personale opinione: CHE IPOCRISIA…a parte il fatto che le motivazioni date dall’osservatore permanente della Santa sede presso l’onu (e già questa presenza mi pare un pò ipocrita..) mi sembrano un pò irrazionali (non che il vaticano sia il regno della razionalità, anzi..) ma dato che vorrebbero mettere il veto ad una proposta finalizzata a garantire i diritti umani, a salvare alcune vite e garantire un’esistenza dignitosa alle persone, che abbiano almeno la creatività e l’intelligenza di inventare motivazioni per lo meno decenti…si chiede insomma un pò di rispetto per l’intelligenza delle persone..e magari poi anche un pò di rispetto per i diritti umani e per la diversità…ovviamente l’ipocrisia cresce quando si parla di aborto…che sia mai che la chiesa ed il suo stato abbiano mai perdonato agli italiani e alle italiane la legge che garantisce il diritto di abortire (l.194/1978), figurarsi parlare, a livello internazionale, di diritto delle donne a gestire il proprio corpo e ad avere la libertà di decidere della loro esistenza…senza dover rischiare la vita o sentirsi delle assasine..come se il vaticano non sapesse dei rischi delle donne che vivendo in paesi dove è illegale abortire, ricorrono all’aborto clandestino o ad altri rimedi, come se non sapesse il vaticano che in molti paesi le donne sono spesso violentate e costrette a sposarsi e a fare figli…e poi parlano di amore e rispetto per il prossimo…ma che ipocrisia…per fortuna ci sono sempre meno persone che ascoltano le prediche dei preti e le assurde motivazioni dei monsignori…anche se ancora oggi il peso ed il potere della chiesa e del vaticano resta forte, e resta forte perchè dei coglioni..(in tutti sensi, in quanto in maggioranza uomini) che non hanno più idee ed ideologie politiche forti da seguire e proporre si attaccano all’identità cattolica-cristiana…e così noi ci troviamo a vivere in un paese catto-talebano e a sentire discorsi al tg nazionali che offendono la nostra intelligenza e la nostra laicità…

sento fortemente ipocrita il discorso del Monsignore Tal dei Tali perchè proprio qualche ora prima di leggere la notizia, ho letto un articolo su un vecchio numero speciale di Diario (ottobre 2006) dedicato allo STUPRO, di una giornalista esperta di temi religiosi, nel quale si racconta che in alcuni paesi dell’Africa le suore sono ripetutamente violentate dai preti e spesso costrette dai religiosi ad abortire…episodi di cui il Vaticano è a conoscenza ma di cui non si occupa…ma come si sa, se non lo fa è perchè è molto impegnato a difendere I DIRITTI UMANI NEL MONDO…eh si…deve essere proprio così…e quindi non ci resta che ringraziare…e tornare indietro culturalmente e socialmente di qualche secolo…

ci vogliono come dicono loro, ci vogliono tutte uguali, ci vogliono comandare, ci vogliono usare…e noi lo stiamo permettendo…

Posted in varie | Leave a Comment »